Lunedì 26 Giugno evento con venti produttori di spumante metodo classico di Piemonte e Valle D’Aosta al Palazzo Banca D’Alba

Clima effervescente ad Alba a pochi giorni da Nebbiolo Noblesse, la manifestazione che lunedì 26 giugno coinvolgerà venti produttori di bollicine di Nebbiolo di Piemonte e Valle d’Aosta. La location è stata messa a disposizione dalla Banca d’Alba che ospita i vignaioli nel suo Palazzo in centro, in via Cavour 4. In degustazione ci saranno solo spumanti a base nebbiolo, vitigno autoctono che si presta bene non solo alla produzione di grandi rossi (Barolo, Barbaresco, Roero, Gattinara, Carema) ma anche alla spumantizzazione. Una tradizione che continua dal 1800.

Il primo documento è datato 1787: si tratta di un resoconto sulla visita a Torino del presidente americano Thomas Jefferson che “alloggiando all’hotel Angleterre beve vino rosso di nebbiolo, trovandolo vivace come lo Champagne”. Dal 2010, un gruppo di sei aziende porta avanti il progetto Nebbione: un metodo classico 100% nebbiolo che riposa 45 mesi sui lieviti. Anche loro parteciperanno a Nebbiolo Noblesse. Oggi la produzione di bollicine di Nebbiolo si attesta intorno alle 200 mila bottiglie.

La prima parte della giornata sarà dedicata a ristoratori, enotecari, giornalisti, sommelier e operatori professionali (ore 12-18). Per l’aperitivo, dalle 18 alle 20, apertura al pubblico con un biglietto a 20 euro che comprende assaggi liberi e degustazioni di Prosciutto Crudo di Cuneo e di sushi del Maslè. I produttori di Nebbiolo Noblesse chiedono ai ristoratori locali di scommettere con loro e di inserire nella loro carta vini una pagina dedicata alle bollicine di Nebbiolo. Oltre alla Banca d’Alba, partner dell’evento sono la Salumeria Gran Dock, che produce il prosciutto crudo “Made in Cuneo”; il Sushi del Maslè, locale-macelleria di Torino che propone una rivisitazione del sushi tutta piemontese con nocciole del Piemonte, salsiccia di Bra e robiola di Roccaverano, e gli Stralli di Fermo, un nuovissimo “grissino” schiacciato preparato con kamut o farro biologico che viene prodotto dall’azienda Fermo di Neive. Altre info.

Queste le aziende che partecipano: Antica Cascina dei Conti di Roero, Vezza d’Alba (www.oliveropietro.it) Cascina Chicco, Canale  460 Casina Bric, Barolo Cuvage Metodo Classico, Acqui Terme  Erpacrife, Alba Ettore Germano, Serralunga d’Alba Josetta Saffirio, Monforte d’Alba  Luigi Giordano, Barbaresco Marchisio Family, Castellinaldo (www.tenutacaduruss.it) Maurizio Ponchione, Govone Negro Angelo e figli, Monteu Roero  Pace, Canale San Silvestro, Novello  Sordo Giovanni Azienda Agricola, Castiglione Falletto

Aziende del progetto Nebbione Enzo Boglietti, La Morra Cascina Ballarin, La Morra  Rivetto dal 1902, Serralunga d’Alba  Conterno Franco Cascina Sciulun, Monforte d’Alba  Travaglini, Gattinara La Kiuva, Arnad

23 Giugno 2017