La cantina Braida di Giacomo Bologna di Rocchetta Tanaro (Asti) sarà presente con i suoi vini al XXV Merano Wine Festival dal 5 al 7 novembre 2016 sotto la magnifica volta della sala Kursaal (Tavolo 48)

Per la famiglia Bologna, che sarà rappresentata da Raffaella Bologna, Norbert Reinisch e Sergio Zucca, si tratta del venticinquesimo anno alla kermesse altoatesina: un traguardo che evidenza sintonia di vedute con la manifestazione che è ormai punto di riferimento nel panorama italiano e internazionale. Tre vini Braida (Bricco dell’Uccellone Barbera d’Asti DOCG 2014, Bricco della Bigotta Barbera d’Asti DOCG 2009 e Bricco della Bigotta Barbera d’Asti DOCG 2014) sono stati selezionati quest’anno. In particolare, Bricco dell’Uccellone 2014 si è aggiudicato il Merano Wine Award Platinum (95+ punti). Bricco della Bigotta 2014 sarà presentato esclusivamente nel formato magnum.

untitledIl Bricco dell’Uccellone è il “terzo figlio” di Giacomo Bologna, il rivoluzionario vignaiolo di Rocchetta Tanaro che dal 1982 ha fatto della selezione dei cru, delle basse rese d’uva e dell’uso della barrique gli strumenti per rivendicare dignità e dare nuova enfasi a uno dei vitigni principali del Piemonte, la Barbera. Il suo colore è rosso rubino molto intenso con riflessi granato. Profumo ricco, complesso, di notevole concentrazione e spessore; si evidenziano in particolare sentori di frutta rossa e piccoli frutti, di sottofondo alcune spezie mentose, vaniglia e liquirizia. Sapore generoso, di gran corpo e notevole struttura, perfetto amalgama dei caratteri del vitigno e dell’apporto del legno, in un insieme di grande morbidezza e gran classe, lunghissima persistenza aromatica.

Accompagna grandi piatti di carne, arrosti, anche con salse, formaggi stagionati. Il 2014 è un’annata che ha rivelato potenzialità inaspettate. Il lavoro in vigna, gli investimenti e le scelte coraggiose di Giuseppe e Raffaella Bologna hanno premiato con una grande Barbera. Il Bricco della Bigotta nasce in un vigneto Rocchetta Tanaro così chiamato perché la vecchia che abitava nei pressi badava più alle pratiche esteriori della religione che allo spirito. Ha un colore rosso rubino granato con riflessi violacei. Profumo ricco, intenso e persistente, molto ben evoluto, con sensazioni di liquirizia, viola, prugna e vaniglia. Sapore: porge un mix frutto-spezie dal torrefatto allo speziato deciso molto ben equilibrato, vigoroso e intenso.

La ricchezza dell’espressione si deve alle spezie che avvolgono la polpa della prugna matura (frutto più evidente), donando suadenza e potenza. Accompagna arrosti di carne, cacciagione e selvaggina, formaggi a pasta dura. Quella del 2009 rappresenta una vendemmia memorabile per un vino che non smette di sorprendere per la sua eleganza e la sua forza. Dopo un insolito inizio d’estate – pioggia e sole si alternavano – è arrivato un agosto molto caldo, poi un settembre altrettanto caldo e asciutto. In cantina c’erano uve molto sane, straordinarie soprattutto sotto il profilo del contenuto zuccherino. Bricco della Bigotta 2009 è un vino potente, di grande personalità e ampio potenziale di affinamento in bottiglia. Un vino sensuale, di importante struttura e corpo.

ORARI ESPOSITIVI Sabato 05.11.2016 dalle ore 10.00 alle ore 18.00 Domenica 06.11.2016 dalle ore 10.00 alle ore 18.00 Lunedì 07.11.2016 dalle ore 10.00 alle ore 17.00 Info: info@braida.it raffaella@braida.it

Novembre 2016