In Puglia la Notte di San Lorenzo nella culla della Magna Grecia. In alto i calici per l’appuntamento più prestigioso dedicato alla cultura del vino

Tutto pronto a Taranto per accogliere, giovedì 10 agosto, “Calici di Stelle”, l’attesissimo evento enogastronomico estivo che celebra il vino e la sua magia, organizzato dal Movimento Turismo del Vino in collaborazione con l’associazione nazionale Città del Vino, quest’anno giunto alla sua diciannovesima edizione e che ogni anno coinvolge migliaia di residenti e turisti con degustazioni di vini, iniziative culturali e momenti di spettacolo.

“Il vino – dichiara Rinaldo Melucci, sindaco di Taranto – racconta il nostro legame con la storia, il lavoro dei nostri uomini nei vigneti, il clima della nostra terra. La promozione e la valorizzazione del nostro territorio passa anche attraverso la cultura del vino che sta rafforzando un settore della nostra economia in forte espansione sui mercati nazionali ed internazionali”.

L’evento prenderà il via alle ore 20,30 dalla magnifica cassa armonica dei giardini di piazza Garibaldi con il brindisi inaugurale, alla presenza delle istituzioni, sulle note di “Libiamo ne lieti calici” brano tratto da “La Traviata” di Giuseppe Verdi.

Stelle della serata saranno i vini di Puglia, rappresentati da 67 cantine socie del Movimento Turismo del Vino Puglia che offriranno le proprie etichette nei banchi d’assaggio presidiati dai sommelier dell’AIS Puglia. Per degustare correttamente sarà necessario munirsi del kit Calici di Stelle – calice in vetro con tasca, carnet di otto ticket degustazione, sacchetto di taralli dell’azienda Agricola del Sole (sponsor dell’evento insieme a SICME Energia e Gas) e la mappa del percorso – acquistabili al costo di Euro 10 presso i tre infopoint posizionati uno in Piazza Garibaldi e due a Scesa Vasto.

“Calici di Stelle è l’evento clou dell’estate per i tanti enoturisti che si godono le vacanze nella nostra bellissima regione e per i vignaioli soci del Movimento Turismo del Vino Puglia – commenta Maria Teresa Basile, presidente del Consorzio – che insieme collaborano da oltre 20 anni per la promozione del territorio e dei grandi vini di Puglia. – Si tratta di una bellissima occasione per valorizzare lo splendido centro storico di Taranto, la città ospitante di quest’anno, che si trasformerà in un contenitori di sapori, conoscenza, suoni ed emozioni diventando il palcoscenico di un tour virtuale nella variegata offerta enologica e culturale dell’intera regione”.

Le degustazioni organizzate in tre itinerari che idealmente ripercorrono i territori enologici – Terre del Nero di Troia, Terre del Primitivo, Terre del Negroamaro – consentiranno ai tanti winelovers di intraprendere un viaggio nella Puglia del vino, dove sarà possibile scoprire il ricco patrimonio vitivinicolo pugliese fatto di suggestivi territori, vitigni autoctoni e denominazioni d’origine.
Inoltre, per arrivare comodamente sul luogo dell’evento, sono consigliate le seguenti aree di parcheggio: Piazzale Democrate (per chi giunge da nord) Stadio Iacovone (per chi giunge da sud con supporto di bus navette “Calici di Stelle” messi a disposizione dall’AMAT).

Calici di Stelle, per l’occasione, metterà in mostra una Taranto inedita. Infatti non mancherà la possibilità, tra una degustazione e l’altra, di arricchire la passeggiata con la scoperta del suo patrimonio archeologico e architettonico della città abbinato ad un ricco programma di iniziative culturali legate al vino. La città ionica, con il suo patrimonio storico-artistico unico, è custode di una storia millenaria che affonda le sue radici nella Magna Grecia, area di riferimento di una delle zone vitivinicole pugliesi più famose al mondo.

“Il connubio fra cultura, ricchezze del territorio e convivialità, che è il filo conduttore dell’evento, ben rappresenta l’animo generoso e la vocazione all’accoglienza della città di Taranto e dei suoi cittadini” – dichiara Valentina Tilgher, Assessore allo Sviluppo Economico e Marketing Territoriale del Comune di Taranto. “È attraverso la valorizzazione delle eccellenze della nostra terra e del frutto del lavoro delle persone, spesso negletto, che tracciamo un percorso virtuoso di sviluppo e crescita. Come Amministrazione, siamo intenzionati a dare supporto a queste iniziative, che coniugano aggregazione a promozione delle nostre bellezze”.

La manifestazione riserva anche un supporto tecnologico in modo da poter seguire la serata con il proprio smartphone o tablet: il percorso di degustazione e l’intero programma dell’evento sarà scaricabile con la app “Calici di Stelle Taranto”, che conterrà anche l’elenco delle cantine divise per territorio, il nome delle loro etichette in degustazione a base del vitigno autoctono di riferimento e il programma degli eventi culturali collaterali. La app sarà scaricabile dal QR code pubblicato su tutto il materiale di comunicazione, sui pannelli che individueranno il percorso, sul flyer contenente la cannuccia-gadget oppure collegandosi con il proprio smartphone o tablet su Play Store o Apple Store. E per conoscere tutto sui vini di Puglia e portare con sé le informazioni anche dopo la manifestazione, lo stesso QR code permetterà di scaricare le app Ampelopuglia, un vademecum utile ed esaustivo sulla vitivinicoltura di Puglia e Puglia Top Wine destination per scegliere itinerari tra cantine, frantoi, masserie, trattorie, musei del vino e dell’olio e tanti altri luoghi di straordinario fascino, in modo da invitare i turisti a tornare in Puglia e a visitarla tutto l’anno in particolare nelle stagioni intermedie.

Da anni Calici di Stelle divulga e sensibilizza i partecipanti alle sue iniziative al Consumo Responsabile e al Bere Consapevole. Per concludere la serata, presso gli infopoint presenti a Scesa Vasto, sarà messo gratuitamente a disposizione del pubblico un etilometro per permettere di effettuare la prova dell’alcool prima di rimettersi alla guida. Questa opportunità sarà resa possibile attraverso la distribuzione, all’atto dell’acquisto del kit degustazione, di una cannuccia per l’etilometro inserita in un “segnalibro” che sensibilizzerà al consumo responsabile di alcool.

Calici di Stelle: Il programma culturale

I percorsi di degustazione saranno arricchiti da un ricco programma di attività culturali legate al tema del vino.
Le location di queste iniziative saranno il Castello Aragonese, il Museo Nazionale Archeologico di Taranto MArTa e alcune delle bellezze archeologiche dell’antica “Taras” simbolo culturale della città di Taranto che per l’occasione saranno fruibili anche di sera.

L’Associazione Eventi d’Autore, ha ideato due itinerari che metteranno in luce l’influenza che la cultura del vino, in tutte le sue sfaccettature, ha avuto nello sviluppo della Puglia e sulle antiche origini di Taranto. Entrambi i percorsi partiranno dall’Infopoint allestito in Piazza Garibaldi.

Il primo tour sarà, “MArTa – il vino nell’archeologia”. I visitatori saranno condotti all’interno di uno dei più importanti musei archeologici al mondo, custode di un fondamentale capitolo della storia della Magna Grecia con importanti reperti legati all’uso del vino e ai rituali ad esso connessi, a cura di Nova Apulia. Si potranno ammirare in particolare la Tomba degli Atleti (V sec. a.C.) in cui è simbolicamente ricostruito un andròn (la sala del banchetto) con esposti pregiatissimi vasi rossi a figure nere usati per servire il vino; i crateri di Ceglie Del Campo (Ba), sui quali è rappresentata la nascita di Dioniso dalla coscia di Zeus; la coppa laconica (o kylix) raffigurante scene di satiri e comàsti danzanti. (Orari: 19,30 | 20,30| 21,30 | 22,30| – Tariffa promozionale: ingresso + visita tematica guidata: € 10 – Ridotto € 6). Un particolare ringraziamento va alla dott.ssa Eva degli Innocenti, direttrice del Museo, per la disponibilità concessa.

Il secondo itinerario, dal titolo “Alla Scoperta dell’antica Taras” a cura degli archeologi accreditati dalla Soprintendenza e guide abilitate dalla Regione Puglia, vuole mettere in luce l’urbanistica dell’antica Taras (Taranto) con i resti dell’Agorà – piazza dedicata al commercio ed evidenziare il centro storico, e l’Acropoli, parte della zona sacra della città greca. Si prosegue per piazza Castello per la visita ai resti del tempio dorico del VI secolo a. C. dedicato ad una divinità femminile, ai resti delle mura greche fino alle fortificazioni annibaliche in via Margherita. Il tour si concluderà con la visita alle strutture architettoniche presenti sul lungomare Vittorio Emanuele. (Orari: 20,00 | 21,00| 22,00| – costi: 5,00 Euro).

Il Castello Aragonese sarà teatro di una serie di attività ludico – culturali dedicate alla formazione e alla conoscenza del vasto patrimonio vitivinicolo regionale, che già in passato hanno raccolto un ottimo gradimento da parte del pubblico: si inizia alle ore 20.30 con il reading del libro “In vino veritas – Racconti di un viaggio diVino”, raccolta di 35 racconti incentrati sull’universo del vino curato da Maria Lisa Clodoveo e Maria Antonietta Colonna docenti dell’Università degli Studi di Bari “A. Moro”. Al termine dell’incontro tutti i partecipanti verranno omaggiati con una copia del libro.
Per gli enoappassionati più attenti e motivati, sempre all’interno del castello, si svolgerà un seminario su Nero di Troia, Primitivo, Negroamaro – principali vitigni autoctoni pugliesi – con un minicorso di degustazione condotto da sommelier professionisti. Al termine, sempre istruttivo, ma in chiave più curiosa e divertente, si svolgerà “A Prova di Naso” dove si potrà giocare con il proprio olfatto, cercando di individuare nel calice i sentori principali dei tre vitigni suddetti. Quest’anno, all’ iniziativa potranno prendere parte anche i non vedenti grazie alla presenza di materiali tradotti in braille. Obiettivo è quello di incoraggiare la conoscenza del vino in una categoria di persone che, sebbene svantaggiata dalla perdita della vista, risulta in questo settore avvantaggiata dallo sviluppo compensativo delle facoltà olfattive. Il tutto è realizzato in collaborazione con ANPVI Onlus (Associazione Nazionale Privi della Vista e Ipovedenti) e la casa editrice FaLvision. Tutti i partecipanti non vedenti riceveranno in omaggio una barbatella di un vitigno autoctono pugliese, offerta dall’Associazione Le Donne del Vino nell’ambito del loro progetto “Adotta una Vite” come simbolico incentivo a coltivare la passione e la conoscenza del vino; in più, i partecipanti che abbineranno correttamente i sentori, si aggiudicheranno una fornitura di vini offerta dai produttori soci.

Le attività all’interno del maniero dedicato a Sant’Angelo proseguiranno con la proiezione di “Puglia: il vino, il territorio, il viaggio” video documentario del MTVPuglia dedicato ai tesori del patrimonio vitivinicolo pugliese e infine, per quanti vorranno lasciarsi avvolgere dalle suggestioni del firmamento di San Lorenzo, l’A.S.L.A. Associazione Astronomica “San Lorenzo” di Casarano (Le) allestirà un osservatorio astronomico con telescopi per osservare gratuitamente gli astri e la volta celeste. Per poter accedere nel castello e partecipare al ricco programma di eventi culturali è consigliabile iscriversi gratuitamente compilando il modulo online.

Si ringrazia la Marina Militare Italiana per la disponibilità concessa.

Durante la serata, due i momenti musicali, fondamentali per arricchire la degustazione sotto le stelle e completare il racconto dei vini anche attraverso brani popolari e lirici.
A Scesa Vasto, in un’allegra atmosfera da osteria, il gruppo di musica folkoristica “U’munacidde” sarà interprete de “Il Vino nella Musica”, emozionante repertorio tradizionale pugliese, che vedrà come protagonista il vino e il cibo. Attraverso racconti di feste popolari, si canterà del vino, della vendemmia, dei brindisi che abitualmente si improvvisavano durante le cerimonie nuziali.

La cassa armonica liberty dei giardini di Piazza Garibaldi farà da cornice a “Il Vino nell’Opera” spettacolo a cura dell’associazione culturale “Gershwin”. Tre solisti – tenore, baritono e soprano – con un coro di 35 voci e l’accompagnamento di pianoforte e quintetto d’archi diretti da Fabrizio Signorile, eseguiranno un brillante repertorio di arie d’Opera inneggianti il vino. Gli spettacoli si ripeteranno più volte nel corso della serata.

Calici di Stelle in Cantina

Inoltre, l’evento estivo del Movimento Turismo del Vino, si terrà anche in cantina, in modo da consentire agli enoturisti che non potessero raggiungere Taranto di godere dell’evento visitando le aziende e degustando i vini direttamente nei luoghi di produzione
Ad aprire le porte il 10 agosto le cantine Tor de Falchi a Minervino Murge, Mazzone a Ruvo di Puglia e si concluderà il 12 agosto da Felline a Manduria.

Calici di Stelle è il primo degli eventi inserito in una più ampia programmazione progettuale dal titolo “Puglia: cultura del vino scoperta di un territorio” presentata dal Consorzio Movimento Turismo del vino Puglia a valere sul fondo di sviluppo e coesione – FSC -2014-2020 “Patto per la Puglia”, avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti le attività culturali, promosso dall’Assessorato all’Industria turistica e culturale.

La manifestazione è un marchio di proprietà del Movimento Turismo del Vino, registrato e protetto giuridicamente per contrastarne qualunque abuso/imitazione e garantire ai consumatori qualità e professionalità. L’evento è organizzato in collaborazione con Le Città del Vino.

Le Cantine partecipanti

TERRE DEL NERO DI TROIA: Alberto Longo – Lucera (Fg) | L’Agricola Paglione – Lucera (Fg) | Botromagno – Gravina in Puglia (Ba) | Cantina Le Grotte – Apricena (Fg) | Conte Spagnoletti Zeuli – Andria | Coppadoro – San Severo (Fg) | d’Alfonso del Sordo – San Severo (Fg) | La Cantina di Ruvo di Puglia – Ruvo di Puglia (Ba) | L’Antica Cantina – San Severo (Fg) | Masseria Faraona – Corato (Ba) | Mazzone – Ruvo di Puglia (Ba) | Rivera – Andria | Santa Lucia – Corato (Ba) | Teanum – San Severo (Fg) | Terre di San Vito – Polignano a Mare (Ba) | Tor de’ falchi – Minervino Murge (Bt) | Torrevento – Corato (Ba) | La Cantina di Andria / Vignuolo – Andria | Villa Schinosa – Trani

TERRE DEL PRIMITIVO: Amastuola – Massafra (Ta) | Antica Masseria Jorche – Torricella (Ta) | Cantina dei Fragni – Sammichele di Bari (Ba) | Cantine Lizzano – Lizzano (Ta) | Cantine San Giorgio – San Giorgio Ionico (Ta) | Cantore di Castelforte – Manduria (Ta) | Cardone – Locorotondo | Coppi – Turi (Ba) | Felline – Manduria (Ta) | Imperatore – Adelfia (Ba) | Masseria Altemura – Torre S. Susanna (Br) | Masseria Surani Tommasi Family Estates – Manduria (Ta) | Ognissole – Sava (Ta) | Pietraventosa – Gioia del Colle (Ba) | Produttori Vini Manduria – Manduria (Ta) | Masseria Tagaro – Locorotondo (Ba) | Tenute Eméra – Lizzano (Ta) | Trullo di Pezza – Torricella (Ta) | Varvaglione – Leporano (Ta) | Vetrère – Taranto

TERRE DEL NEGROAMARO: Apollonio – Monteroni di Lecce (Le) | Bonsegna – Nardò (Le) | Cantele – Guagnano (Le) | Carvinea – Carovigno (Br) | Cantina San Donaci – San Donaci (Br) | Castel di Salve – Depressa di Tricase (Le) | Castello Monaci – Salice SaLentino (Le) | Cosimo Taurino – Guagnano (Le) | Cupertinum – Copertino (Le) | De Falco – Novoli (Le) | Duca Carlo Guarini – Scorrano (Le) | Due Palme – Cellino San Marco (Br) | Feudi di Guagnano – Guagnano (Le) | Le Vigne di Sammarco – Cellino San Marco (Br) | Leone de Castris – Salice SaLentino (Le) | Marulli – Copertino (Le) | Masseria Li Veli – Cellino San Marco (Br) | Menhir – Minervino di Lecce (Le) | Mocavero – Arnesano (Le) | Mottura – Tuglie (Le) | Palamà – Cutrofiano (Le) | Paolo Leo – San Donaci (Br) | Petrelli – Carmiano (Le) | Santi Dimitri – Galatina (Le) | Schola Sarmenti – Nardò (Le) | Tenuta Merico – Otranto (Le) | Tormaresca – San Pietro Vernotico (Br) | Agricole Vallone – Carovigno (Br).