Grandi novità, quest’anno, a Cembra, in occasione della Rassegna annuale dedicata ai vini Müller Thurgau: cambia il Sindaco (Damiano Zanotelli), cambia il Presidente del Comitato della Rassegna (Mattia Clementi), ma non cambia il ruolo propulsore dell’evento cembrano. La manifestazione è infatti al tempo stesso una mostra di vini, un concorso enologico internazionale e una formidabile vetrina turistica per tutta la Valle di Cembra.

Cembra 1Da secoli vocata alla vitivinicoltura, la Valle trentina è assurta oggi a emblema nazionale e internazionale dell’agricoltura di montagna. È un paesaggio rurale storico d’Italia, con centinaia di chilometri di muretti a secco, fotografato e conosciuto in tutto il mondo.

Per celebrare questo territorio d’incanto, le sale di Palazzo Maffei, a Cembra, si aprono ogni anno al pubblico per le degustazioni libere e guidate dei Müller Thurgau presenti in Rassegna, e partecipanti al concorso internazionale. Quest’anno sono state proposte in degustazione 70 etichette di Müller Thurgau (italiani e stranieri) e 9 etichette di Grappe trentine.

Numerosi sono inoltre gli eventi, tecnici e per il pubblico, che ogni anno fanno da corollario alla mostra. Nel 2016 le iniziative principali sono state:

Cembra– La degustazione guidata “Müller Thurgau, territori a confronto”, condotta da giornalisti e blogger del mondo del vino.

– La presentazione del libro “Grani”, di Alfonso Lettieri.

– La preview di “Terraced Landscapes – Scelte per il futuro”, verso il Terzo Incontro Mondiale sui paesaggi terrazzati.

– La rassegna di canti popolari curata dal Gruppo Tradizioni Cembrane.

– Le iniziative proposte dalle Donne Rurali e dal Club 3P di Cembra.

– “In marcia ridotta”, tour di trattori d’epoca.

– La “Müller Thurgau Classic”, manifestazione cicloturistica non competitiva.

Infine, anche nel 2016 la Rassegna ha avuto il suo momento culminante nella cerimonia protocollare del concorso internazionale Müller Thurgau, nella splendida cornice della “Toresela” di Cembra. 16 sono stati i vini premiati, di cui 9 trentini, 1 altoatesino, 4 tedeschi e 2 cechi (la Repubblica Ceca era ospite d’onore della Rassegna di quest’anno).

Piero Valdiserra