Duecento i campioni da Argentina, Cile, Croazia, Grecia, Italia e Spagna che domani verranno sottoposti al giudizio della qualificata commissione del 19° Concorso Internazionale Packaging di Veronafiere, presieduta da Alberto Alessi. Un premio alla creatività in funzione marketing, aperto da quest’anno anche ai distillati diversi dall’uva, ai liquori e all’olio extravergine di oliva.

Verona, 18 marzo 2015 – Al via domani 19 marzo la 19^ edizione del Concorso Internazionale Packaging, l’unica competizione internazionale che dal 1996 premia l’abbigliaggio delle bottiglie di vini e distillati a base di uve, vinacce, mosto o vino e, novità di quest’anno, anche gin, rhum, whisky e altri distillati diversi dall’uva, dei liquori e dell’olio extravergine di oliva.
Al vaglio di una commissione di esperti bottiglia, chiusure, capsule, etichette, controetichette, collarini, pendagli e sigilli dei prodotti presentati. Duecento i campioni provenienti da Argentina, Cile, Croazia, Grecia, Italia e Spagna.

Rispetto ai 160 campioni complessivamente iscritti al Concorso nel 2014, la volontà di aprire la competizione anche ad altri segmenti del mercato premia la riconoscibilità internazionale del Concorso, che diviene autentico punto di riferimento per i produttori, la stampa specializzata e le agenzie creative e si eleva a piattaforma di discussione internazionale nel mondo della grafica, del design e più in generale del packaging, non solo del vino.

La scelta di esperti di chiara fama e competenza ha dato nel tempo autorevolezza alla competizione. La giuria quest’anno è composta da: Alberto Alessi (presidente Alessi spa), Alberto Gozzi (art-director), Luca Fois (designer), Giuseppe Martelli (enologo), Annibale Toffolo (giornalista). Alessi, titolare dell’omonima azienda che rappresenta una delle massime espressioni dell’industria del design italiano nel mondo, ricopre anche quest’anno il ruolo di presidente.

LA GIURIA
Alberto Alessi. Nato ad Arona (NO), laureato in legge, è Presidente di Alessi S.p.a. e responsabile di design management, il marketing strate-gico e la comunicazione. A partire dal 1970 ha sviluppato una fitta rete di collaborazioni con architetti e designer in tutto il mondo portando la Alessi a diventare uno dei grandi nomi del design internazionale. Ha scritto “La Cintura di Orione. Storia, tecnica e uso dei recipienti da cottu-ra in metallo per la Grande Cucina”, “Not in production/Next in produc-tion” e “La Fabbrica dei Sogni”. Collabora con riviste e pubblicazioni in-ternazionali ed è visiting professor in alcune scuole di design. All’attività di design management affianca oggi, sotto l’etichetta “La Signora Eugenia e il passero solitario”, la produzione di vini di alta qualità.

Gozzi Alberto. Nato a Ghemme (NO), ha svolto la sua carriera profes-sionale in Francia, Germania, Inghilterra e Svizzera, maturando una pro-fonda esperienza in tutti i campi dell’attività alberghiera. Ha collaborato a molti progetti Alessi per la tavola e la cucina. Docente ai corsi di perfe-zionamento per insegnanti delle scuole alberghiere organizzati dal Mini-stero della Pubblica Istruzione, “tutor” del John White Corse Training Center I.B.A., membro fondatore e presidente della ASS.I.D.A.R. Dal 1993 al 2008 è stato al Quirinale a Roma come Sovrintendente alle atti-vità dei Settori Tavola e Cucina. Dal 2013 è Presidente del Centro Studi Alberghieri “Hospes” di Stresa”-.
Luca Fois. Nato a Milano, dalla fine degli anni 60 frequenta il Corso di Laurea in Filosofia all’Università Statale Dopo una lunga espe-rienza come designer e produttore di oggetti principalmente in legno per grandi marchi internazionali e un’intensa attività nella creazione e gestione di importanti progetti speciali di comunicazione nel setto-re del design e della valorizzazione territoriale, in Italia e all’estero, svolge oggi la professione di Creative Advisor e di docente a con-tratto al Politecnico di Milano, facoltà di Design, Bovisa, corso di Design degli Eventi.

Giuseppe Martelli. Enologo e biologo, ha operato alle tenute Sella & Mosca, all’Istituto Sperimentale per la viticoltura di Co-negliano e insegnato all’Istituto Statale di enologia sempre di Conegliano. Nel 1978 è stato chiamato a dirigere l’Associazione Enologi Enotecnici Italiani, cioè l’Organizzazione nazionale di categoria che rappresenta oltre il 90% dei tecnici vitivinicoli. De-legato per l’Italia presso l’O.I.V., dal 2008 è presidente del Co-mitato nazionale vini del Ministero delle politiche agricole ali-mentari e forestali.

Annibale Toffolo. Giornalista professionista, trevigiano, appassio-nato di enogastronomia e dei suoi processi culturali e comunicativi, ha approfondito in particolare gli studi all’Accademia delle Belle Arti di Venezia. Possiede una naturale e stimolante vena artistica, che si è tradotta con successo nella fondazione della rivista “Taste Vin”, della quale è anche Direttore Responsabile. È membro di numerose confraternite. A febbraio 2015 ha ricevuto dalla Regione Veneto il premio “Identità Veneta”, mentre nell’ottobre 2008 gli era stato as-segnato il XXXII Premio Nazionale “Angelo Berti”.

Alberto Sabellico – Esperto in legislazione vinicola. Si è laureato in Giurisprudenza nel 1953. Nel 1956 è entrato nel Ministero dell’Agricoltura dove ha svolto tutta la sua carriera presso l’Ispettorato Centrale Repressione Frodi interessandosi in modo particolare della regolamentazione vitivinicola nazionale e comunita-ria. Lascia il Ministero nel 1995 con la massima qualifica: quella di dirigente superiore e oggi è considerato uno dei maggiori esperti a livello internazionale di legislazione vitivinicola in generale e di eti-chettatura e presentazione dei vini in particolare.