A Geo la ricerca FEM per difendere la vite con le vibrazioni. Domani a Memex focus su miglioramento genetico e viti resistenti

 

La Fondazione Edmund Mach torna a Geo, il programma di natura e scienza di Rai Tre, condotto da Sveva Sagramola. Oggi, alle 17.30, circa, nell’ambito dell’approfondimento curato dal naturalista Emanuele Biggi, il ricercatore Valerio Mazzoni, parlerà di biotremologia, la nuova scienza di cui FEM si pone all’avanguardia a livello internazionale che studia la comunicazione vibrazionale degli insetti con l’obiettivo di abbattere la riproduzione e ridurre le popolazioni senza l’uso di sostanze chimiche.

Sempre sul tema della ricerca in viticoltura la Fondazione Mach sarà presente domani 26 settembre, alle 21.31 a Memex – I Luoghi della Scienza su Rai Scuola (canale 146 DT) con Marco Stefanini sul tema miglioramento genetico e viti resistenti, mentre la scorsa settimana Michele Perazzolli ha parlato dei meccanismi di difesa della vite a “I Signori del Vino” di Rai Due. In merito all’intervento di oggi a Geo, Valerio Mazzoni spiegherà che alcuni insetti che comunicano con feromoni e suoni, altri comunicano per mezzo di vibrazioni, ossia di segnali microscopici impercettibili ai sensi umani.

Attraverso l’uso di strumentazioni laser, in camere insonorizzate, è possibile registrare e decifrare il linguaggio di questi insetti con cui poi redigere un vero e proprio dizionario. Una volta identificate le regole base della grammatica e attribuito il significato ai segnali è possibile, attraverso sofisticati strumenti elettronici, riprodurre tali segnali per interagire con le specie studiate. In questo modo è possibile dare ordini oppure confondere gli insetti, impedendo loro di fatto una corretta comunicazione. Su questo principio si basa il metodo della confusione sessuale vibrazionale, vale a dire un metodo finalizzato a impedire l’accoppiamento di insetti nocivi del vigneto attraverso la trasmissione di segnali vibrazionali di interferenza.

San Michele all’Adige, lunedì 25 settembre 2017