Apprezzamento, curiosità e interesse hanno caratterizzato l’evento di presentazione alla stampa e ai distributori locali delle numerose etichette di Cesanese di Olevano Romano, provenienti dal vitigno autoctono più antico del Lazio, nell’ambito del progetto divulgativo e promozionale “Il Rosso di Roma”, voluto dall’Arsial Lazio e dal Comune di Olevano Romano.

roosdiroma2Lo scorso 29 ottobre, presso lo storico locale Caffé Taveggia di Milano, l’analista sensoriale Luigi De Caro ha guidato la degustazione del Cesanese DOC di Olevano Romano presentandolo a un pubblico di intenditori tra giornalisti e distributori di Milano.

L’evento è stato organizzato nell’ambito delle iniziative programmate dal Comune di Olevano Romano che, con il contributo di ARSIAL, ha dato vita al progetto il rosso di Roma, finalizzato alla promozione del Cesanese DOC di Olevano Romano , della sua storia millenaria legata all’enogastronomia romana della tradizione, e del suo territorio. Il vitigno da cui ha origine questo vino rosso è il più antico del Lazio.

I partecipanti hanno potuto apprezzare la qualità di questa Doc che solo da pochi anni viene valorizzata appieno, come è stato sottolineato dal sindaco di Olevano Romano Marco Mampieri che ha dichiarato inoltre: “Personalmente considero il Cesanese un’eccellenza e rivolgo il mio plauso ai produttori che con tenacia, fatica e grande dedizione riescono a far conoscere nel mondo un prodotto unico che proviene dalla nostra terra”.

I tredici Cesanese DOC, di cui alcuni biologici, proposti in una successione (in elenco) ordinata da Luigi De Caro hanno dimostrato la loro importanza per carattere ed eleganza.
La serata è stata resa vivace dalla presenza dei produttori che hanno sapientemente risposto alle domande e alle curiosità degli ospiti. Di seguito l’elenco delle etichette presentate al pubblico milanese.

Stampa

1 – Giacobbe, Cesanese di Olevano R. Superiore 2013 , 14%.
2 – Compagnia di Hermes, Cesanese di Olevano R. 2010, 15%.
3 – Selva Spina, Spinello Cesanese di Olevano R. Superiore 2013, 13,5%.
4 – Le Terre del Cavaliere Lamorak, Cesanese di Olevano R. 2011,15%.
5 – Riccardi Reale, Càlitro Cesanese di Olevano R. 2013, 15%.
6 – Antonelli, Fresco d’Estate Cesanese di Olevano R. (prova di botte) 2014,12%.
7 – Buttarelli, I Colli Cesanese di Olevano R .2013, 14,5%.
8 – Le Cerquette Tranquilli, Waco Cesanese di Olevano R. Riserva 2011, 14,5%.
9 – Neri Rappai, Cesanese di Olevano R. 2013, 14%.
10 – Proietti, Vignalibus Cesanese di Olevano R. Superiore 2012, 14,5%.
11 – Damiano Ciolli, Cirsium Cesanese di Olevano R. 2009, 14%.
12 – Riccardi Reale, Collepazzo Cesanese di Olevano R. 2013,14,5%.
13 – Buttarelli, Morra Roscia Cesanese di Olevano R. Riserva 2012, 14,5%.

6 novembre 2015