La storica cantina di Valdobbiadene si presenta alla kermesse scaligera con l’anteprima assoluta dell’innovativa Avantgarde Collection ed eccellenti performance di bilancio. Con un fatturato in crescita a 57,3 milioni di euro Mionetto si conferma driver dell’exploit dei consumi di Prosecco sui mercati internazionali

VINITALY PAD. 4 STAND B3

Valdobbiadene, 18 Marzo 2014 – Mionetto offre da sempre agli appassionati delle sue pregiate bollicine un piacere che fonde tradizione, “premium quality”, “premium taste” e stile per diventare una sola, grande emozione definita Design del Gusto. Questa sublime simbiosi tra immagine e contenuto, per un unicum dall’inconfondibile stile italiano, trova espressione in occasione della 49ª edizione di Vinitaly, l’appuntamento fieristico internazionale più importante dedicato al vino e ai distillati.

In un ambiente sofisticato e dallo stile architettonico contemporaneo che rispecchia l’anima della cantina, Mionetto presenta in anteprima assoluta a tutti i wine lovers l’Avantgarde Collection, dedicata in esclusiva al canale Ho.Re.ca.

Prosecco DOC Treviso 2014

“Essere un passo avanti, sempre” questa è la filosofia che, come si evince già dal nome, ha ispirato Mionetto nel dar vita ad una nuova Collection di alto livello che fa dello stile, dell’innovazione e della modernità i suoi principali valori. Vino di punta della linea il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, spumante extra dry dal profumo e sapore inconfondibile di mela acerba, cui si affiancano il Prosecco DOC Treviso Extra Dry e il Prosecco DOC Treviso Brut, due vini ottenuti da uve dell’area DOC Treviso, da sempre vocata alla coltivazione del famoso vitigno. Quarto prodotto della linea il Moscato Dolce, spumante elegante, dolce e delicato dal profumo persistente che esalta la fragranza dell’uva moscato.

All’interno dell’ampio portfolio della storica cantina di Valdobbiadene, grande spazio sarà dato alle referenze della Luxury Collection, la linea di assoluta eccellenza di Mionetto, dedicata, in Italia, esclusivamente al canale Ho.Re.ca e declinata in 6 prestigiose proposte: Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG “Rive” di Santo Stefano Millesimato Brut, Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG, Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, Prosecco DOC Treviso, Cuvée Sergio 1887, Cuvée Sergio 1887 Rosé, e Valdobbiadene Prosecco DOCG Frizzante “Spago”.

Per l’occasione, all’interno del proprio stand, Mionetto proporrà ai suoi visitatori due appuntamenti “stellati” dedicati alla Luxury Collection: Lunedì 23 marzo dalle 12.00 alle 15.00 Raffaele Berto del Ristorante San Martino di Scorzé (VE), una stella Michelin, presenterà un’esclusiva degustazione in abbinamento al Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG “Rive” di Santo Stefano Millesimato Brut e alla Cuvée Sergio 1887 Rosé. Martedì 24 marzo dalle 12.00 alle 15.00 Lorenzo Cogo del Ristorante El Coq di Marano Vicentino (VI), anche lui una stella Michelin, delizierà gli ospiti con una selezione di aperitivi creativi sapientemente abbinati alla Cuvée Sergio 1887.

Mionetto è tra le più importanti realtà vinicole italiane nel panorama internazionale, leading company nel mercato del Prosecco, con un fatturato che nel 2014 ha registrato una crescita positiva raggiungendo i 57,3 milioni di euro con circa 17,9 milioni di bottiglie vendute (+ 7,8% Vs 2013). Ad una buona performance sul mercato italiano nonostante il perdurare della crisi dei consumi, il brand è in continua espansione con eccellenti performance negli Stati Uniti, dove opera Mionetto USA Inc. dal 1998 e dove Mionetto rappresenta il brand di Prosecco più venduto, con un + 9,5% a volume rispetto al 2013. Con importanti crescite anche in Gran Bretagna ed una solida presenza in Germania, la storica cantina di Valdobbiadene conferma, quindi, il proprio ruolo di driver di riferimento dell’intera categoria Prosecco, trainandone i consumi a livello internazionale e diventando ambasciatore dello straordinario valore di un territorio raccontandolo a tutto il mondo.

“La crescita del marchio Mionetto, in Italia e nei mercati esteri, è in linea con il successo della categoria Prosecco, nostro core business, e sicuramente contribuisce all’espansione della sua notorietà e valorizzazione”. – dichiara Paolo Bogoni, Chief Marketing Officer e Management Board Executive Mionetto S.p.A – “La filosofia della cantina si esplicita nella continua e costante ricerca della qualità, nella diffusione della cultura del Prosecco e della tradizione, a partire dal territorio di origine, declinata secondo lo stile del brand Mionetto e l’importanza che esso assegna all’immagine percepita dal consumatore. Per questa ragione, notevoli investimenti e sforzi vengono attuati sul nostro portfolio prodotti e sulla comunicazione classica e digitale, in linea con quel legame che unisce il vino Prosecco alla contemporaneità. Il tutto ci permette di avere una personalità unica nella categoria che viene declinata in originali campagne pubblicitarie rivolte al pubblico internazionale e oggi on air in più Paesi”.

Mionetto S.p.A.
Il legame con il territorio d’origine è da sempre alla base del successo di Mionetto nel mondo, una delle prime cantine della denominazione ad esportare il Prosecco negli Stati Uniti dove dal 1998 ha sede Mionetto USA Inc. Nata nel 1887 dall’amore e dalla passione per la terra e per il lavoro in cantina del maestro vinificatore Francesco Mionetto, è oggi una tra le più importanti realtà vinicole italiane nel panorama internazionale. Dal 2008 Mionetto S.p.A. fa parte del Gruppo tedesco Henkell & Co. Gruppe, uno dei maggiori produttori europei di bollicine. L’acquisizione ha portato grandi opportunità di crescita, sia in termini di mercato, sia da un punto di vista interno, organizzativo e gestionale. Un cambiamento, ma nel segno della continuità, come dimostra la decisione di delegare ad un top management italiano la gestione dell’azienda. Alla guida di Mionetto SpA un Management Board composto da Alessio Del Savio (Consigliere Delegato, Direttore Tecnico ed Enologo), Paolo Bogoni (Chief Marketing Officer), Robert Ebner (Direttore Generale Vendite) e Marco Tomasin (Chief Financial Officer).