Il 30 e il 31 maggio l’ADSI sarà presente con oltre 25 aziende agricole proprie consociate all’edizione 2015 di “Cantine Aperte 2015”, evento di riferimento per tutti gli appassionati di vino e di ruralità

ADSI

Le dimore storiche italiane – spesso associate a fattorie di antica tradizione, esse stesse di grande pregio architettonico – costituiscono una straordinaria chiave di conoscenza e di approfondimento del paesaggio rurale e dei valori ad esso legati, oltre a rappresentare centri di produzione vitivinicola (e olearia) di assoluta eccellenza.

Esse svolgono infatti un ruolo essenziale nella conservazione e nella valorizzazione del modello di agricoltura “sostenibile” che è anche il pilastro attorno al quale ruota la filosofia di EXPO 2015.

Oltre alla degustazione di vini tipici e di rare specialità enogastronomiche, una visita guidata all’interno delle nostre fattorie durante “Cantine aperte” offrirà agli ospiti la possibilità di immergersi in architetture, atmosfere e contesti culturali irripetibili, non ultimi gli straordinari paesaggi che di norma circondano gli insediamenti rurali storici.

Alcuni esempi:

– Azienda agricola BARONE RICASOLI – Castello di Brolio – Gaiole in Chianti (SI) – Regione Toscana – Programma correlato all’evento: www.ricasoli.it

Secondo l’autorevole rivista americana Family Business che cura la classifica planetaria delle aziende di proprietà famigliare, Barone Ricasoli è al quarto posto nel mondo in assoluto tra le aziende più longeve e seconda nel settore vitivinicolo. Barone Ricasoli è dunque l’azienda vinicola più antica d’Italia.

– Azienda agricola Conte Emo Capodilista – Selvazzano Dentro (PD) – Regione Veneto – Programma correlato all’evento: Degustazioni in cantina e visite guidate alla Villa Emo Capodilista in collaborazione con l’Associazione Culturale Alicorno.

– Azienda agricola Tenuta la Marchesa soc.agr. srl – Novi Ligure (AL) – Regione Piemonte – Programma correlato all’evento: Visita guidata all’interno del giardino frutteto, visita alla cappella e alla limonaia dell’azienda , visita alla cantina con relativa spiegazione di tutto il processo produttivo dell’uva e del vino– Mostra di pittura – Degustazione di prodotti locali.

“E’ importante sottolineare – spiega il Presidente ADSI Moroello Diaz della Vittoria Pallavicini – quanto il concetto di “modernità”, sviluppato dalle dimore storiche nella produzione, nella tutela e nella valorizzazione, unitamente ad una ricerca peculiare e costante, garantisca la possibilità di offrire prodotti direttamente legati al territorio, senza però tralasciare l’aspetto fondamentale della tradizione”.

L’elenco completo con i programmi correlati all’evento “Cantine Aperte 2015” di tutte le aziende consociate ADSI a breve disponibile sul sito www.adsi.it

L’Associazione Dimore Storiche italiane – ADSI, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. Nata nel 1977, l’Associazione conta attualmente circa 5000 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese. L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche, affinché tali immobili, di valore storico-artistico e di interesse per la collettività, possano essere tutelati e tramandati alle generazioni future nelle condizioni migliori. Questo impegno è rivolto in tre direzioni: verso i soci stessi, proprietari dei beni; verso le Istituzioni centrali e territoriali, competenti sui diversi aspetti della conservazione; verso la pubblica opinione, interessata alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.