USA tour ed. 2017 by James Suckling. Miami – Moore Building – 6 marzo 2017 New York – IAC Building – 8 marzo 2017 Beverly Hills – Montage Hotel – 10 marzo 2017 San Francisco – Presidio at the Golden Gate Club – 11 marzo 2017

 

In degustazione: Galatrona 2014 Bòggina 2014. In occasione dell’evento “Great Wines of Italy” di James Suckling, Tenuta di Petrolo, storica azienda vitivinicola sulle ultime propaggini a Sud-Est dei monti del Chianti, guidata oggi da Luca Sanjust dopo la conduzione pionieristica della madre Lucia, parteciperà a tutte e quattro le tappe del Tour in USA. 1. 6 marzo a Miami (Moore Building) @ 5:00 pm – 9:00 pm 2. 8 marzo a New York (IAC Building), @ 5:00 pm – 9:00 pm 3. 10 marzo a Beverly Hills (Montage Hotel), @ 5:00 pm – 9:00 pm 4. 11 marzo a San Francisco (Presidio at the Golden Gate Club), @ 5:00 pm – 9:00 pm

All’evento sarà presente Luca Sanjust, che offrirà in degustazione: Galatrona 2014 (95 punti James Suckling) e Bòggina 2014 (93 punti James Suckling). Per l’edizione 2017 Great Wines of Italy ha raggiunto il record di cantine italiane partecipanti: oltre 150 produttori con vini che hanno ottenuto 92 punti o più da James Suckling.

DETTAGLIO DEI VINI DI PETROLO IN DEGUSTAZIONE: GALATRONA, Val d’Arno di Sopra DOC 2014 100% Merlot Tra le migliori espressioni di Merlot, Galatrona prende il nome dalla torre in rovina che si trova sulla cima della collina nella parte alta della tenuta. Il Galatrona è uno dei vini dell’azienda che ha ottenuto negli anni maggiori riconoscimenti. Caratterizzato da una grande struttura gustativa e da un’ampia varietà aromatica, il Galatrona è il fiore all’occhiello della produzione vinicola di Petrolo. 20.000 le bottiglie prodotte all’anno.

Il 2016 è stato l’anno del XX Anniversario del Galatrona e Luca Sanjust, proprietario di Petrolo, per celebrarlo ama ricordare il sommo enologo toscano Giulio Giambelli come padre di questo grande vino, in quanto fu appunto lui a suggerirgli di piantare il Merlot su un banco di argilla che interrompeva la collina di galestro del vigneto più importante dell’azienda.

BÒGGINA, Val d’Arno di Sopra DOC 2014 100% Sangiovese Un vino esclusivo come le uve con cui è prodotto. Bòggina è il Sangiovese delle occasioni a cui è riservata una piccola produzione per una clientela d’eccezione. Bòggina è il vigneto storico dell’azienda, impiantato nel 1947 da Gastone Bazzocchi, padre di Lucia Bazzocchi Sanjust e nonno di Luca Sanjust. E’ piantato con vigne Sangiovese e, negli anni, è stato ripiantato per settori seguendo una scrupolosa selezione massale dei cloni originali. 7.000 le bottiglie prodotte all’anno.

Great Wines of Italy, evento annuale di James Suckling, quest’anno in USA si svolgerà dal 6 all’11 marzo 2017 in 4 tappe: Miami, New York, Beverly Hills e San Francisco. James Suckling è considerato a livello internazionale uno dei critici enologici più influenti. Le sue opinioni sono tenute in grande considerazione dagli amanti del vino, dai grandi collezionisti e dall’intero settore enologico mondiale. Suckling è stato per quasi 30 anni Senior Editor e responsabile della redazione europea di The Wine Spectator, e inoltre European Editor di Cigar Aficionado. Sul finire del 2010 Suckling lancia il suo sito web JamesSuckling.com, spinto dall’esigenza di offrire al pubblico un approccio più moderno al mondo del vino.

 

Luca Sanjust, terza generazione della famiglia Bazzocchi-Sanjust, dopo la conduzione pionieristica della madre Lucia, oggi è alla guida di Petrolo, realtà storica vinicola sulle ultime propaggini a Sud-Est dei monti del Chianti, che concentra la sua attività nella produzione di vini di pregio, olio extra vergine di oliva biologico IGP Toscano e sin dagli anni ’80 ha un agriturismo in una splendida cornice rurale tipica Toscana. La tenuta si estende su 272 ettari ad un’altezza compresa tra i 250 e i 500 metri s.l.m. Le proprietà di Petrolo sorgono nel Val d’Arno di Sopra, confinante con la zona sud-est del Chianti Classico, caratterizzata da un terreno con presenza di galestro, alberese e arenaria con argilla.

La produzione vitivinicola aziendale sin dalla seconda metà degli anni ’80 ha mirato esclusivamente a far nascere vini di carattere e di alto livello, fortemente legati al territorio grazie ai vitigni piantati in massima parte a Sangiovese, una parte a Merlot ed una piccola parcella a Cabernet Sauvignon e continua a farlo attraverso un attento processo di selezione delle uve, una bassa produttività per pianta e uno scrupoloso lavoro in cantina, dove la mano dell’uomo cerca di valorizzare il frutto della natura senza rovinarlo.

I vini di punta di Petrolo sono: il Torrione – L’essenza di Petrolo, in prevalenza Sangiovese, …il cru Galatrona, Merlot in purezza e icona dell’azienda, il cru Campo Lusso, cabernet sauvignon in purezza, proveniente da un piccolissimo vigneto impiantato sotto la Torre di Galatrona, e l’ultimo nato il cru Bòggina – Sangiovese in purezza, del quale un piccolo lotto è vinificato ed affinato in anfore di terracotta. Luca Sanjust è anche Presidente di Valdarno di Sopra DOC, e Vicepresidente di A.VI.TO. (Associazione vini toscani dop e igp).

Petrolo, 28 febbraio 2017