L’estate è arrivata e non c’è niente di meglio che godersi in compagnia un bel bicchiere di prosecco…ovviamente Mionetto!

La storica cantina di Valdobbiadene, che quest’anno compie il 130esimo anniversario, propone il Prosecco DOC Biologico come abbinamento ideale per godersi le serate insieme agli amici, stuzzicando appetitosi e variopinti antipasti. Delizioso come aperitivo, il Prosecco DOC Biologico si abbina perfettamente con le carni bianche, il pesce fresco e i risotti.

Coltivato senza aggiunta di prodotti chimici e fertilizzanti sintetici, Prosecco DOC Biologico è il risultato di una vinificazione trattata separatamente in cantina per garantirne la purezza. Dal perlage persistente e cremoso, questo spumante mescola profumi di fiori di acacia con generose note di mela golden, ananas e arancia.

Il Prosecco DOC Biologico fa parte della Prestige Collection, la linea più classica di Mionetto che esprime il legame con una prestigiosa storia grazie all’elegante design delle bottiglie, caratterizzate da una grafica inclinata, icona della cantina di Valdobbiadene. L’etichetta dal decoro raffinato, ripresa nella fascia sul collo della bottiglia, racconta l’eleganza e l’eccellenza dei prodotti della collezione.

Mionetto nasce nel 1887 dall’amore e dalla passione per la terra e per il lavoro in cantina del mastro vinificatore Francesco Mionetto, capostipite della famiglia. Immersa nelle colline di Valdobbiadene, culla del Prosecco, Mionetto ha saputo in 130 anni di storia farsi interprete del territorio d’origine e divenire una delle aziende produttrici di vini e Prosecco più rappresentative nel panorama internazionale. Dai primi anni della sua fondazione, la Cantina si è caratterizzata sia per l’impronta moderna e innovativa, sia per la capacità di anticipare le tendenze mantenendo lo stretto legame con la cultura del territorio natio, che ancora oggi la contraddistingue nel mondo delle bollicine e ne fa sinonimo di Prosecco. Il lavoro degli enologi in Mionetto non è dedicato solo alla produzione di un vino di qualità elevata, ma anche a mantenere un’efficace collaborazione con i conferitori locali che storicamente forniscono l’uva da intere generazioni. E’ in queste storiche relazioni che Mionetto ha saputo garantire un eccellente livello qualitativo delle uve acquistate e dedicate al processo interno di vinificazione.

Nel 1982, Mionetto ha introdotto la fermentazione in autoclave con metodo Charmat, che consente una migliore conservazione dei sapori e profumi del Prosecco. Inoltre, è stata una delle prime cantine della denominazione ad esportare il Prosecco, dalla Germania agli Stati Uniti dove dal 1998 ha sede Mionetto USA Inc. La totale acquisizione della cantina nel 2008 da parte del Gruppo tedesco Henkell & CO. Sektkellerei KG con sede a Wiesbaden, uno dei maggiori produttori europei di bollicine, ha portato grandi opportunità di crescita, sia in termini di mercato, sia da un punto di vista interno, organizzativo e gestionale. Un cambiamento, ma nel segno della continuità, come dimostra la decisione di delegare ad un top management italiano la gestione dell’azienda. Alla guida di Mionetto SpA un Management Board composto da Alessio Del Savio (Consigliere Delegato, Direttore Tecnico ed Enologo), Paolo Bogoni (Chief Marketing Officer), Robert Ebner (Direttore Generale Vendite) e Marco Tomasin (Chief Financial Officer).

Valdobbiadene, 30 Giugno 2017