Vino: come reagire alla dittatura del clima, convegno L’Informatore Agrario

 

I cambiamenti del clima e gli interventi della ricerca per preservare la qualità nei vigneti. È il tema del convegno in programma a Vinitaly martedì 11 aprile (dalle 9.30, sala Rossini) organizzato da L’Informatore Agrario in collaborazione con Vinitaly, Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura), il Consorzio per la tutela vini Soave e Assoenologi. La nuova geografia dei vitigni, che sta cambiando radicalmente a causa dell’aumento delle temperature, le ‘contromosse’ per trasformare il problema in opportunità, gli effetti del clima sulle tecniche produttive attraverso l’analisi dei cambiamenti della maturazione, degli aromi e dei coloranti saranno al centro del dibattito in Fiera per tutta la mattinata.

“Il cambiamento climatico sta influenzando molti aspetti della viticoltura sia dal punto di vista fitosanitario sia della qualità del vino – ha dichiarato Andrea Olivero, viceministro delle Politiche agricole, che interverrà durante il convegno – i viticoltori hanno bisogno di risposte e per questo il ministero è intervenuto non solo riformando il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, ma anche finanziandolo con ben 21 milioni di euro per ridare slancio alla ricerca proprio nella direzione della qualità, vero e proprio traino del nostro sistema agroalimentare e della sostenibilità”.

A seguire, una speciale degustazione (pad. 5, stand F7-G4-G7) su “Annate, altitudini e portinnesti a confronto” in collaborazione con il Consorzio per la tutela vini Soave e Recioto di Soave. Attesi, gli interventi di Attilio Scienza (Università di Milano), Luigi Mariani (Università di Milano), Andrea Pitacco (Università di Padova), Diego Tomasi (Crea Conegliano Veneto), Riccardo Bugiani e Alda Butturini (Servizio fitosanitario Emilia-Romagna), Maurizio Petrozziello e Enrico Vaudano (Crea – Asti), Eugenio Pomarici (Università di Padova); Maurizio Bottura (Fondazione E. Mach); Riccardo Castaldi (Cevico); Riccardo Cotarella (Assoenologi); Nicola Di Ciano (Cotevi); Andrea Faustini (Cavit); Francesco Miceli (Duca di Salaparuta).

Edizioni L’Informatore Agrario, è la casa editrice, con sede a Verona, che da 70 anni offre un servizio di informazione e formazione agli imprenditori agricoli. Tre le testate di riferimento: il settimanale dedicato all’agricoltura professionale L’Informatore Agrario, il mensile per l’agricoltura part-time e hobbistica Vita in Campagna e MAD – Macchine Agricole Domani, dedicato al mondo della meccanica agraria, oltre a un ampio catalogo di libri e altri supporti multimediali su temi specializzati.

Verona, 6 aprile 2017