Confagricoltura esprime soddisfazione per l’accoglimento della richiesta di proroga del periodo di accompagnamento per l’applicazione dei registri telematici vitivinicoli, annunciata oggi dal ministro delle Politiche Agricole all’inaugurazione del 51° Vinitaly

 

Il presidente della Federazione nazionale di prodotto vino della Confederazione, Andrea Faccio, commenta così l’anticipazione del ministro: “Abbiamo appoggiato subito l’introduzione del sistema dei registri telematici vitivinicoli, in quanto potrebbe rappresentare una reale semplificazione nella gestione operativa aziendale.

Tuttavia – aggiunge Faccio – occorre considerare la varietà delle strutture delle nostre cantine: a fianco delle grandi realtà imprenditoriali, infatti, ci sono moltissime aziende di dimensioni e risorse ridotte. Bene quindi la proroga, che accoglie le nostre istanze formulate da ultimo in occasione della riunione presso l’ICQRF del 5 aprile scorso”.

Oltre alle difficoltà per le imprese, inoltre, si verificano ancora oggi problemi di tipo informatico nell’inserimento dei dati nella piattaforma del SIAN. Il posticipo dal 30 aprile, scadenza del periodo in cui non sono previste sanzioni per chi non è ancora passato ai registri telematici, al 30 giugno, era stato richiesto formalmente dalla Commissione agricoltura della Camera e subito appoggiato da Confagricoltura. Conclude Faccio: “Il segnale è senza dubbio positivo, ma manteniamo alta l’attenzione sul tema per verificare a giugno il corretto funzionamento del sistema ed eventualmente intervenire di nuovo”.

Verona, 9 aprile 2017