Oggi la presentazione al Museo del Caffè Morettino a Palermo con Oscar Farinetti di Eataly

 

Promuovere la Sicilia nel mondo attraverso un unico marchio, che racchiuda i principali prodotti agroalimentari di qualità e che racconti attraverso il gusto le storie dei numerosi territori che rendono unica l’Isola. Nasce “Sicily Experience”, il consorzio che per la prima volta in Sicilia mette insieme differenti prodotti agroalimentari rappresentativi di diversi territori siciliani: dal caffè artigianale di Palermo al cioccolato di Modica, dal vino all’olio extravergine d’oliva delle cultivar locali dell’area di Chiaramonte Gulfi ai grani antichi del territorio di Selinunte, passando per i prodotti caseari della provincia di Siracusa, i salumi del Ragusano e le birre artigianali della Sicilia orientale.

A farne parte sono otto realtà di diversi angoli dell’Isola: Frantoi Cutrera per la produzione di olio extra vergine d’oliva e conserve, Sabadì per la produzione di cioccolato tradizionale di Modica, la torrefazione Morettino per il caffè, Molini del Ponte per le farine di grani antichi, il Caseificio Mongibella per i formaggi, Tarì per la birra artigianale, il salumificio il Chiaramontano per la produzione di salumi tipici e Terre di Giurfo per quella di vino. Obiettivo del consorzio è quello di promuovere l’Isola attraverso due tipi di azioni: da un lato la diffusione all’estero dei prodotti agroalimentari d’eccellenza e dall’altro attraverso attività di incoming sul territorio con buyer stranieri e operatori turistici, che visiteranno non solo le aziende aderenti ma anche le bellezze storiche e naturalistiche dei territori in cui sorgono, per un’immersione nella cultura del luogo a 360 gradi.

“In un momento di grande vivacità per la nostra Isola, sia dal punto di vista enogastronomico che turistico, unire le forze e fare sistema è la via migliore per crescere – spiegano i rappresentanti di “Sicily experience” – abbiamo scelto persone, aziende, storie di qualità dei diversi angoli della Sicilia per presentarci all’estero offrendo un’esperienza unica, che parta dai prodotti ma si estenda alla storia e alla cultura del territorio, attraverso diverse sfumature di bellezza e gusto. Un’iniziativa che può fungere da volano per tutti i settori economici, anche per quelli non strettamente legati all’agroalimentare”. “Il consorzio Sicily Experience nasce dalla volontà di otto amici di mettersi assieme per condividere le proprie esperienze, in modo da fare sistema e relazionarsi insieme nei mercati internazionali – spiega Salvatore Cutrera dei Frantoi Cutrera, promotore principale dell’iniziativa – ogni nostro prodotto racconta la storia, la passione, il saper fare locale della nostra Sicilia”.

“La nostra è una terra unica, dove il bello incontra con una straordinaria naturalità il buono – dice Andrea Morettino di Caffè Morettino, azienda che ha ospitato la presentazione del consorzio a Palermo – abbiamo unito la nostra passione ed il nostro entusiasmo per raccontare la bellezza di tanti angoli di Sicilia. Una Sicilia che va riscoperta, valorizzata e raccontata attraverso storie autentiche di passione per il territorio e per materie prime di qualità. Oggi per noi è un’emozione unica poter iniziare questo lungo viaggio proprio dal cuore del nostro Museo, scrigno di antichi saperi e sapori del mondo del caffè, in compagnia di Oscar Farinetti, ambasciatore delle eccellenze eno-gastronomiche italiane nel mondo”.

“Il comune denominatore che accomuna tutte le otto aziende del consorzio è l’attaccamento alla Sicilia – aggiunge Filippo Drago di Molini del Ponte – la tradizione accompagnata dall’innovazione crea prodotti apprezzati in tutti i mercati del mondo”. A intervenire anche Oscar Farinetti, patron di Eataly, che ha annunciato un accordo con Sicily experience per esporre i prodotti delle aziende nei supermercati Eataly di New York. “Il mondo del vino insegna che unirsi è il modo migliore per andare avanti, solo attraverso consorzi e associazioni si possono affrontare i mercati esteri – dice Farinetti – il branco supera sempre gli eroi solitari”.

Palermo, 30 maggio 2017