La città di Milano e la terra di Franciacorta unite per un giorno da un evento di pittura “en plein air” grazie alla Pro Loco Di Erbusco, all’azienda vinicola Bellavista e all’Accademia di Belle Arti di Brera

 

Più di 200 appassionati di pittura si sono riuniti ieri ad Erbusco per realizzare un grande tableau all’aperto sul tema “Bellavista su Milano. Paesaggio, territorio, identità”. Artisti, studenti, aspiranti artisti e appassionati di tutte le età, si sono misurati fianco a fianco nell’ambito di “1 KM DI TELA”, l’iniziativa ideata dalla Pro Loco di Erbusco nel 2016 e sostenuta e promossa dall’azienda Bellavista con l’obiettivo di coinvolgere i cittadini durante il Festival di Franciacorta, l’annuale evento che coinvolge tutte le cantine del territorio in una manifestazione di due giorni dedicata e frequentata da più di 26mila enoturisti.

Una manifestazione molto sentita che in questa sua seconda edizione ha visto il coinvolgimento degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera che si sono misurati fianco a fianco lungo la tela che avvolgeva la splendida vigna della Villa di Palazzo Martinengo – oggi Villa Lechi. Tra questi una giuria di esperti ha individuato tre gruppi di artisti – tra 20 selezionati – a cui Vittorio Moretti, Presidente di Bellavista e Presidente del Consorzio Vini Franciacorta, ha assegnato il Premio Bellavista “Raccolta Creatori”, un pregiato millesimo in formato magnum alla presenza di Domenico Piraina, Presidente di Palazzo Reale, e Alessandro Paganotti, Presidente della Proloco di Erbusco. Le tele di Lulia Gatiatullina, Stefania Oliveri, Ksenia Saveleva – prime classificate – Giulia Conti, Alice Ripari, Rita Cagliani – seconde classificate – e di Valentina De Biasio e Lilia Kurashova – Terze, insieme a quelle degli altri gruppi finalisti troveranno dimora nei tunnel di affinamento di Bellavista, visitati da oltre 10mila persone all’anno, e qui rimarranno esposte sino a fine anno.

Pensato per diffondere la cultura del territorio attraverso un inedito dialogo tra il mondo dell’arte e quello del vino, l’incontro tra “artisti per un giorno” e “artisti per la vita” è stata occasione di arricchimento reciproco per la comunità di Erbusco, per gli artisti e per tutti gli appassionati d’arte presenti. “1 KM DI TELA” – naturale esito delle mostre “Time Out. Giancarlo Vitali” e “Vincenzo Agnetti. A cent’anni da adesso”, offerte gratuitamente ai visitatori a Palazzo Reale di Milano fino al 24 settembre 2017 – è stato vissuto come un progetto partecipativo in grado di mettere in contatto l’arte al mondo del vino, la città alla campagna, la campagna ai borghi che la attraversano.

BELLAVISTA | PROFILO Sopra e sotto la collina Bellavista, nel cuore della Franciacorta, la famiglia Moretti ha riunito la casa, la prima vigna e la cantina. Un mondo che ha il suo baricentro proprio nella terra, la Franciacorta, un pugno di colline strette tra il lago d’Iseo e la pianura padana, dove l’equilibrio del paesaggio, le sue linee mai brusche, ne sottolineano l’unicità. Oggi l’eccellenza di Bellavista si deve, oltre che alla terra, anche alla dedizione e all’immaginazione di Vittorio Moretti, fondatore, e di Francesca Moretti, giovane enologa che ha lanciato l’azienda verso il futuro dei nuovi mercati assumendo l’incarico di amministratore delegato. L’impegno è quello di sempre: ottenere quella perfezione di gusto che nasce da una sottile composizione di materie prime eccezionali, le cui caratteristiche vengono esaltate attraverso un’arte della vinificazione ormai rara. Ogni lavorazione è curata nei minimi dettagli e trova nel tempo, nel silenzio e nella mano dell’uomo i suoi più fedeli alleati. I “vini di riserva” rappresentano un vero e proprio giacimento prezioso dal quale attingere ogni anno per disegnare una costante di gusto, lo stile Bellavista, che si esprime con finezza, energia e straordinaria complessità ed è simbolo di una tradizione ispirata alla pura essenza di un’armonia tutta italiana.

Erbusco, Franciacorta, 18 settembre 2017