Degustazione guidata con la cantina di Offida e i suoi vini autoctoni e internazionali nati per stupire attraverso la natura

Biologici e nati per stupire chi li assaggia: sono i vini della PS Winery di Offida (Ascoli Piceno), ospite venerdì 24 marzo, alle ore 20.30, a La Cantina di Opera (Via Luigi Cadorna 5, Opera, Milano) per raccontare il progetto enologico lanciato nel sud delle Marche da Raffaele Paolini e Dwight Stanford.

Giornalista ascolano il primo e chirurgo di Kansas City il secondo, entrambi grandi appassionati di vino, dopo un percorso formativo condiviso hanno piantato una decina di anni fa la prima vigna, stappando la prima bottiglia con la vendemmia 2010.

A qualche anno di distanza e dopo numerosi premi ottenuti, i due vigneron marchigiani proporranno in degustazione quattro vini, abbinandoli a finger food salati: l’autoctono e raro Incrocio Bruni “Bruni 54” 2015 e gli internazionali “Thalia” (blend di Cabernet sauvignon, Syrah, Petit Verdot e Merlot) 2014, Syrah 2013 e Petit Verdot 2012. Posti limitati: per info e prenotazioni, tel. 02.39847647 – 347.2217556.