“Fatto il decreto, ora tocca ai singoli bandi, regionali e/o nazionali, cercare di fare emergere il meglio della misura. Il decreto pone infatti delle regole che lasciano margini di scelta alle singole regioni chiamate a realizzare i bandi, si spera in tempi brevi”.

Business StategiesÈ questo il commento del Ceo di Business Strategies, Silvana Ballotta, relativo all’annuncio dell’approvazione in Conferenza Stato-Regioni del decreto Ocm Vino promozione. “Ogni regione ora ha la possibilità di redigere bandi ad hoc – ha proseguito la Ceo dell’azienda fiorentina che cura l’internazionalizzazione di circa 500 imprese vitivinicole italiane –.

Seppure con i vincoli imposti dal decreto, le amministrazioni regionali possono infatti tenere conto degli specifici obiettivi e necessità della propria filiera: avranno quindi facoltà di attivare o meno i progetti multiregionali, di definire specifiche premialità e categorie di vini oggetto di intervento, così come i Paesi target e la durata dei programmi oggetto del sostegno”.

Business Strategies è una società fiorentina impegnata in percorsi di sviluppo delle piccole e medie imprese dei settori dell’agroalimentare e del lusso made in Italy sui mercati esteri. Le 500 aziende enologiche assistite da Business Strategies, che rappresentano tutte le regioni italiane, producono complessivamente oltre 100 milioni di bottiglie all’anno e esportano il 70% nei principali mercati stranieri come Usa, Cina, Russia, Giappone, Canada, Svizzera, Brasile e Sud est asiatico (Singapore, Malesia, Vietnam e Tailandia) per un valore complessivo di circa 500 milioni di euro (+15% nei paesi obiettivo).

Firenze, 25 marzo 2016