“I numeri diffusi oggi dal ministero delle Politiche Agricole disegnano un settore dinamico che vuole sfruttare a pieno le opportunità che la PAC mette a disposizione”. Così la coordinatrice del settore vitivinicolo dell’Alleanza delle Cooperative agroalimentari, Ruenza Santandrea, ha commentato positivamente la notizia sull’erogazione del 99% dei fondi assegnati per la campagna 2014/2015 nel quadro del Programma nazionale di sostegno per il settore vitivinicolo, segnale di una buona sinergia tra Amministrazione e produttori.

“Assistiamo a una globalizzazione della domanda del vino nel mondo e questo mutato scenario – ha sottolineato Santandrea – apre interessanti opportunità per il settore, ma sui mercati non siamo soli. Motivo per cui dobbiamo fare attenzione alle prossime scelte di politica nazionale ed europea, a partire dal nuovo decreto sulla promozione, e prestare una maggiore attenzione alle cantine che devono fare investimenti. Il tutto – ha concluso Santandrea – senza dimenticare la misura della ristrutturazione e riconversione varietale, fondamentale per una viticoltura moderna e dinamica, per costruire una filiera produttiva più competitiva, pronta a reggere la sfida di un mercato internazionale sempre più affollato, e per garantire un equo reddito ai nostri produttori”.

Roma, 26 novembre 2015