7 vitigni per 7 vini altoatesini di grande qualità presentazione in anteprima a Vinitaly 2016

Guido Folonari, uno dei tre italiani delle “Tre B” del vino: Barolo, Brunello e Bolgheri, tra i vini più prestigiosi al mondo, da sempre innamorato del Südtirol, dei suoi vini, dei suoi vigneti e dei suoi paesaggi, realizza in Alto Adige il suo ultimo sogno vitivinicolo dal nome Winzerberg (Montagna dei Vignaioli).

Winzerberg fa parte del progetto enologico di Guido Folonari, ossia quattro cantine rappresentanti i territori più rinomati dell’enologia italiana: La Morra, Bolgheri, Montalcino e Alto Adige.

 

untitledIn Alto Adige, un piccolo gioiello del panorama enologico italiano, regione dall’ambiente pedoclimatico davvero unico, dove nascono vini di estrema eleganza e complessità, Guido Folonari ha selezionato 5 piccoli Vignaioli, proprietari di altrettanti Masi, con “terroir” totalmente diversi tra loro e produttori di uve di altissima qualità.

7 i vitigni selezionati per produrre 7 vini di grande qualità e carattere 1. Il Gewürztraminer prodotto con uve provenienti da ripidi pendii situati dai 400-600 m s.l.m., in zone altamente vocate nei dintorni della città di Bolzano, 2. il Müller Thurgau che proviene dalla Val d’Isarco, con vigneti situati a 600-700 m. s.l.m., 3. il Sauvignon proveniente soprattutto da vigneti scelti con suoli caldi e sabbiosi nell’Oltradige e Renon, 4. il Pinot Bianco che proviene da vigneti selezionati nei dintorni di Bolzano dove grandi sono le differenze di temperatura tra il giorno e la notte, 5. il Kerner coltivato in terreni leggeri, ghiaiosi e sabbiosi dei pendii più elevati, ripidi ed esposti al sole della media Val d’Isarco e Renon, altitudine 600-800 metri s.l.m., 6. il Pinot Nero, o Blauburgunder, che da oltre un secolo ha trovato in Alto Adige la sua seconda patria esprimendosi al meglio quando coltivato in vigneti adagiati in siti caldi e ben ventilati tra i 500 e 750 m s.l.m. al Renon, 7. il Lagrein, tipico vitigno dell´Alto Adige, che trova il suo habitat ideale nella conca di Bolzano.

Il processo di vinificazione e la realizzazione tecnico enologica del progetto sono stati realizzati grazie alla collaborazione con la Cantina Produttori di Bolzano costituita nel 2001 dall’associazione della Cantina Gries (fondata nel 1908) e della Cantina Santa Maddalena (fondata nel 1930).

L’amore per la cura del vigneto, e quindi delle uve, e la sapiente mano di Stephan Filippi, enologo Alto Atesino di grande personalità, hanno dato vita a sette vini che rispecchiano carattere e provenienza del territorio. I nettari bianchi sono freschi, fruttati e aromatici, quelli rossi nobili, robusti e complessi.

untitled 1
Vini dalla qualità autentica, che garantiscono esperienze di gusto nuove e uniche grazie alla loro ricchezza di sfumature. Guido Folonari è uno dei tre italiani delle “Tre B” del vino: Barolo, Brunello e Bolgheri, tra i vini più prestigiosi al mondo, prodotti in territori vitivinicoli eccellenti, dove si trovano le tre tenute di proprietà del Gruppo da lui guidato (Tenuta L’Illuminata a La Morra, Tenuta San Giorgio a Montalcino e Donna Olimpia 1898 a Bolgheri). Dal 2016 il suo progetto enologico si estende anche alla regione dell’Alto Adige con la quarta tenuta altoatesina.

Inoltre, guida Philarmonica SpA, società di riferimento nel mercato specializzato Ho.Re.Ca, che si occuperà anche della distribuzione in Italia e nel mondo dei vini Winzerberg. Il progetto Winzerberg sarà presentato in anteprima a Vinitaly (10 – 13 Aprile 2016), stand Philarmonica Hall 9 Booth C17.

Philarmonica, costituita nel 2002 e guidata da Guido Folonari, oltre alla distribuzione dei vini delle tre tenute Tenuta L’Illuminata – La Morra, Donna Olimpia 1898 – Bolgheri e Tenuta San Giorgio – Montalcino, si occupa della selezione e distribuzione in esclusiva per l’Italia di champagne, vini nazionali e d’importazione, birre artigianali, liquori e distillati, nel canale specializzato dei ristoranti e wine bar, delle enoteche e gastronomie, ecc. (Horeca).

Nel comparto champagne è da evidenziare Charles Heidsieck, Maison fondata a Reims nel 1851, probabilmente “lo champagne più premiato al mondo”, che distribuisce in esclusiva per l’Italia a partire dal 2012. Philarmonica, grazie alla consolidata esperienza, al know-how di settore e a una capillare rete distributiva, sin dall’inizio della sua attività ha accolto le esigenze distributive di grandi gruppi internazionali tra cui citiamo: EPI Group, Kendall-Jackson / Jackson Family Wines, Pernod Ricard, Rupert & Rothschild, Pillitteri Estates, Inver House, Blavod Drinks Ltd, Irish Distillers, Lustau e CEDC. L’estrema attenzione di Guido Folonari alla territorialità, alla qualità e alla storicità, valori più che mai attuali, ha permesso a Philarmonica di raggiungere risultati importanti in pochi anni, consolidando la sua posizione di rilievo nella distribuzione nazionale di vini e distillati di eccellenza.

Brescia, aprile 2016