Nel Parco del Cilento, in un terreno degradante ad un passo dal mare, incastonato fra la macchia e gli uliveti di Punta Licosa, coltiviamo con amore l’uva che dà origine al nostro vino “il Caprarizzo”.

Una fitta pineta di pini di Aleppo e vegetazione mediterranea racchiude e protegge il vigneto.
L’impianto è quasi interamente di Greco con qualche filare di Fiano. La vigna è esposta a sud-ovest e gode dell’aria salmastra e dei profumi della macchia mediterranea, che conferisce a l’uva un aroma particolare ed armonico.

Il clima favorevole e la totale assenza di inquinamento ci permettono di fare una coltivazione naturale.

L’uva destinata a “il Caprarizzo” viene raccolta manualmente ed in leggero anticipo, in modo da garantire quella freschezza e sapidità che lo caratterizzano. L’Uva raccolta viene messa in cassette forate ed immediatamente inviata in camion refrigerati fino alla Cantina dove avviene la pigiodiraspatura soffice.

Il vino si presenta un colore giallo paglierino con lievi sfumature dorate.
All’olfatto si evidenziano variegati aromi di mela renetta, pera, leggera paglia e mandorla.
Al palato risulta piacevolmente sapido su un finale minerale con lieve nota mandorlata
Consigliato come aperitivo e su piatti a base di pesce.
Temperatura di servizio consigliata 10°.

Zona di produzione: Punta Licosa
Uvaggio: 85% Greco, 15% Fiano
Età del vigneto: 7 anni
Sesto d’impianto 2,20 mt x 0,80 mt
Grado alcolico:12 vol%
Esposizione vigne: sud-ovest
Altimetria: 80 – 100 mt
Resa per ettaro: 90ql circa
Densità dell’impianto: 4500 per ettaro
Tipologia del terreno: argilloso – sabbioso
Forma di allevamento: Guyot
Epoca di vendemmia: prima decade di settembre circa
Vinificazione: tradizionale in bianco
Fermentazione: a temperatura controllata di 16°
Invecchiamento: in acciaio con sosta sulle fecce fini per 5 mesi.
Affinamento: in bottiglia per 2-4 mesi