Domenica 12 giugno 2016 dalle 16 alle 20.30 ad Asti tra piazza Statuto, Palazzo Gazelli e il Palazzo del Comune si tiene la prima edizione di “A Bacca Bianca” , evento tutti dedicato ai vini bianchi piemontesi che prevede degustazioni di cinquanta pregiate etichette, un laboratorio dedicato alle annate storiche e storie di vino raccontate dai produttori. L’evento è organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier del Piemonte a cura dalla delegazione di Asti, con il patrocinio del Comune di Asti.

A Bacca Bianca“Intento della manifestazione – spiega Paolo Poncino, delegato Ais Asti – è far conoscere questo importante patrimonio enologico e sfatare il mito che identifica il Piemonte con la produzione di ottimi vini rossi trascurando gli eccellenti vini bianchi”. Saranno coinvolti produttori dell’Alto Monferrato e di quello astigiano, di Gavi, dei Colli Tortonesi, del Roero, delle Langhe e dell’Alto Piemonte che presenteranno i grandi vini ottenuti da vitigni a bacca bianca espressione delle peculiarità pedoclimatiche del territorio piemontese.

ACCOGLIENZA
Il viaggio tra i vini bianchi inizia in piazza Statuto, ai piedi della Torre Guttuari, testimonianza del passato medievale della città ed espressione della rinascita del centro storico astigiano. Per l’accoglienza un calice di Moscato Spumante Brut.

LABORATORIO VECCHIE ANNATE
Dalle 16 alle 17.30 nel Palazzo Comunale di Piazza San Secondo è in programma il laboratorio con degustazione di vini di annate storiche guidato dal presidente regionale Ais Fabio Gallo e dal responsabile nazionale della formazione Ais Mauro Carosso. Un’opportunità per conoscere le differenze tra i principali vini piemontesi attraverso assaggi comparati dei più significativi bianchi regionali.

In degustazione (vino e produttore): Gavi Bruno Broglia 2008 di Broglia, Colline Novaresi Metodo Classico 80 mesi Curticella Millesimo 2007 – Erbaluce di Barbaglia, Roero Arneis 2008 di Chiesa Carlo, Colli Tortonesi Terre di Libarna 2011 – Timorasso di Poggio, Derthona Costa del Vento 2006 – Timorasso di Vigneti Massa, Piemonte DOC Monteriolo 2006 Coppo – Chardonnay di Coppo, Piemonte DOC Alteserre Chardonnay e Cortese 2003 di Bava, Langhe DOC Riesling 2006 di Vajra, Moscato d’Asti Vigna Vecchia 2008 di Ca’ D’ Gal, Caluso Passito 2002 di Carlo Gnavi.

Il costo è di 45 euro e dà diritto anche alle degustazioni di tutta la manifestazione. I posti sono limitati a 40. Per partecipare è necessario prenotare scrivendo entro venerdì 10 giugno ad asti@aispiemonte.it, aspettare la conferma del posto e poi fare un bonifico bancario sul conto IT 46B 06906 22500 000000023108 Ubi Banca Regionale Europea Alba intestato ad ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER DEL PIEMONTE – A.I.S.P, causale Abaccabianca-Asti.

IL BANCO D’ASSAGGIO CON OLTRE 50 VINI
Dalle 16.30 alle 20.30 si tiene la degustazione a Palazzo Gazelli, nelle cui cantine storiche si vinificò dalla metà del 1600 al 1975. Ai banchi d’assaggio sarà possibile degustare oltre cinquanta vini di altrettanti produttori serviti da sommelier dell’Ais.

In degustazione (vino e produttore): BIANC’D BIANC di COCCHI, QUINDICI LUNE di GENERAJ, TIMORASSO BOLLICINE di EZIO POGGIO, 36 MESI di GANCIA, ERBALUCE di LA MASERA, BLANC DE BLANCS di CONTRATTO, BRICCO CILIEGIE di ALMONDO, ARNEIS di TENUTA FORNACE, FAVORITA di MARCO PORELLO, ARNEIS di CARLO CHIESA, ERPACRIFE, GAVI ETICHETTA GIALLA di LA MESMA, BRUNO BROGLIA di BROGLIA, LA CANNA E L’ORZO GAVI METODO CLASSICO di GHIO ROBERTO, GAVI di BERSANO, DERTHONA di MASSA, TIMORASSO SAN LETO 2009 di RICCI, TIMORASSO di MARIOTTO, TIMORASSO di LA COLOMBERA, TIMORASSO TIMIAN di LA GHERSA, MONTERIOLO di COPPO , VIOGNER CALYPSOS di MONTALBERA, FORAVIA di STELLA, ST MARSAN 2007 di PODERE BERTELLI, LA MONTAGNETTA, SILENTE di TENUTA SANTA CATERINA, MOSCATO SECCO di VADA, MOSCATO di AZIENDA AGRICOLA 499, MOSCATO SECCO di RESSIA, CORTESE VILET di SPERTINO, CHARDONNAY di ROERA, RIESLING di ETTORE GERMANO, CHARDONNAY PENSIERO INFINITO di BRICCO MAIOLICA , TIMORASSO di PRINCIPIANO, BASARICO’ SAUVIGNON di ADRIANO MARCO E VITTORIO, NASCETTA di COGNO, NASCETTA di BRAIDA, LA SPINETTA, NASCETTA di LE STRETTE, COSTE DI RAVIOLO di SAN FEREOLO, RUSTIA di ORSOLANI, MISOBOLO di CIECK, PASSITO ERBALUCE 2004 di GNAVI, ERBALUCE di TENUTE SELLA, ERBALUCE LUCINO di BARBAGLIA, MOSCATO CHARMAT di MONGIOIA, MOSCATO di PERRONE, MOSCATO di CERUTTI, MOSCATO di CA’ D’ GAL, PASSITO di CASCINA CASTLET, PASSITO di FORTETO LUJA , STREVI SCRAPONA di MARENCO, PASSITO del CASTELLO DI UVIGLIE.

Ad accompagnare i vini ci saranno i prodotti del territorio tra cui i formaggi di Cascina Aris e del Caseificio Vallinotto, i salumi dell’Agrisalumeria Luiset e dolci di La casa del dolce e del salato.
Membri dell’Onaf (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggio) saranno a disposizione per informazioni e consigli sugli abbinamenti più corretti.

ARTE
Alle 18 un momento dedicato all’arte con la presentazione del dipinto che FEOFEO ha realizzato per la manifestazione: è possibile visitare la mostra personale “L’arte di FEOFEO”, curata da Giorgio Grasso.

LE STORIE DI VINO, VITA E LAVORO
Alle 18.30, sempre a Palazzo Gazzelli, arrivano Le storie di vino, vita e lavoro raccontate dai produttori, introdotti dal giornalista Stefano Labate, sommelier della delegazione di Asti e autore del podcast http://wineinternetmarketing.it/. Ogni produttore potrà portare in 3-5 minuti una propria testimonianza, raccontare una storia, una passione o un aneddoto oppure rispondere a una domanda con riferimento alla propria esperienza di vino, vita e lavoro. Non sarà dunque il luogo dell’approfondimento tecnico ma quello del racconto semplice in modo da coinvolgere, arricchire e avvicinare – al vino, alla sua cultura, ai suoi artefici – anche i consumatori non esperti.

BIGLIETTI
Il biglietto per “A Bacca Bianca” si acquista in piazza Statuto e il suo costo è di 15 euro. Comprende il calice di benvenuto in piazza Statuto e le degustazioni di tutti i vini presenti ai banchi d’assaggio di Palazzo Gazelli in via Quintino Sella 46, con esclusione del solo laboratorio sulle annate storiche a Palazzo del Comune (vedi sopra).

I luoghi della manifestazione si trovano a cinque minuti a piedi dalla stazione di Asti in direzione centro città. Per chi arriva in auto è possibile parcheggiare nella vicina piazza Alfieri.

Per informazioni: www.aispiemonte.it
Paolo Poncino Delegato Ais Asti 3397339813, Mara Bione 347 1230621, asti@aispiemonte.it