aurum2

Aprire una bottiglia di vino è un gesto semplice, immediato. Chiunque lo ha già fatto nella vita decine e decine di volte: togli la protezione, infili il cavatappi, sfili il tappo, assapori la fragranza. Nel momento in cui il vino viene sturato rilascia gli aromi che per più o meno tempo sono rimasti imbottigliati nel contenitore e proprio per esaltarli al massimo e per rendere giustizia al nettare degli dei è necessario avere a disposizione i bicchieri da degustazione migliori.

Ogni vino ha il suo calice proprio come ogni vino ha le sue caratteristiche. E’ importante non sottovalutare l’impatto del bicchiere sulla bevanda così come fanno le aziende del settore enologico che da sempre lavorano per sperimentare e migliorare questo binomio. Il materiale e la forma contribuiscono in modo sostanziale alla resa finale, così le qualità organolettiche di ogni vino possono essere scoperte ed esaltate.

Calici, decanter, forse non tutti hanno le capacità degustative per scegliere il bicchiere perfetto, ma è certo che di fronte a una gamma così estesa l’attenzione è d’obbligo: le sensazioni organolettiche del vino si sprigionano, la scelta estetica passa in secondo piano, l’importanza della percezione sensoriale al primo. Un bicchiere veste un vino come un abito veste una persona. Fareste mai indossare un tutù a un manager di successo?!