Il 22, 23 e 24 luglio a Calamandrana Alta (Asti) musica, vino, cibo, racconti, incontri con produttori e accoppiata Nizza-Barbaresco

vite

Il 22, 23 e 24 luglio a Calamandrana Alta sarà, per la quarta edizione, Vite Spericolata Festival. Nato da un calembour di Pier Ottavio Daniele che ne è anche l’anima organizzatrice, il festival pone al centro la vite, la sua coltivazione e le storie ed esperienze che ne derivano, raccontate in una cornice di informale convivialità e perciò mai banali. Il luogo non è scelto a caso: Calamandrana è anche definito il “paese della barbatella” – la vite giovane pronta per essere impiantata – e ospita una consolidata tradizione vivaistica al servizio dei viticoltori.

Si inizia venerdì 22 alle ore 19 con un’inedita accoppiata: Nizza e Barbaresco presentati (in abbinamento a presidi Slow Food) da due eccellenti produttori: Michele Chiarlo e Italo Stupino del Castello di Neive (su prenotazione, tel. 329 2284049). Dalle ore 22 “La voce del Vermouth” con vermouth, cocktail e musica in collaborazione con La Canellese e Lorenzo Roveta del Bar Roma di Canelli. Musica con il resident dj del Torino Jazz Club Andrea Margiotta e agnolotti no stop per tutta la sera.

untitled1

Sabato 23 alle ore 19 Workshop organizzato in collaborazione con il Coordinamento Piemonte del Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO su “La sostenibilità dei paesaggi vitivinicoli”, con la partecipazione di Dino Scanavino (Presidente Nazionale CIA), Fulvio Prandi (Consigliere dell’Università di Scienze Gastronomiche), Fabio Isnardi (Sindaco di Calamandrana), Massimo Fiorio (Vice Presidente della Commissione Agricoltura della Camera), Stefano Chiarlo (Presidente della Strada del Vino Astesana), Gianluca Morino (Vignaiolo FIVI), Lucilla Conte (Rappresentante regionale per il Piemonte UNESCO Giovani) e gli altri soci del Comitato Giovani della CNI UNESCO.

Moderano Pier Ottavio Daniele e Riccardo Coletti de La Stampa. Alle ore 20,30 “Alta Langa e Cena d’estate di Violetta” (con aspic di Violetta, peperone farcito, vitello tonnato, insalata russa, bunét e l’Alta Langa di Paolo Avezza – euro 33 vini inclusi, su prenotazione tel. 329 2284049). Per tutta la sera, inoltre, Agnolotto & Hamburger no stop. Domenica 24, “Albarossa alla riscossa!”, Cena con l’Albarossa DOC e la grigliata piemontese a cura de L’Arte della Carne di Calamandrana (euro 18 vini inclusi, su prenotazione tel. 329 2284049). Dalle ore 22, musica da ascolto e da ballo con i “Botte di Vita”.

Per tutta la durata del Festival sarà allestita la mostra fotografica di Giulio Morra, che quest’anno ha come tema “Le strade”. Le iniziative si svolgono in collaborazione con: Associazione Genitori e Ragazzi Speciali – Organizzazione no profit e con il patrocinio del Comune di Calamandrana. Altre info sul festival: 329 2284049