La promozione del vino italiano nel mondo in primo piano al Wine2wine di Veronafiere (2-3 dicembre), con 2 convegni targati Business Strategies, azienda leader nell’internazionalizzazione con un portafoglio di oltre 400 aziende del settore. Nel primo appuntamento, il 2 dicembre alle ore 11.30, focus sulla prossima Ocm Promozione dopo le polemiche della filiera nei confronti dell’attuale misura.

Business StategiesTra i relatori, moderati dalla Ceo di Business Strategies, Silvana Ballotta, i rappresentanti delle Regioni e delle Commissioni Agricoltura di Camera e Senato, il coordinatore S&D della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo, Paolo De Castro, il capo dipartimento delle Politiche competitive del ministero delle Politiche Agricole, Luca Bianchi, il presidente di Federvini, Sandro Boscaini.

Il 3 dicembre, sempre alle 11.30, faccia a faccia tra la scrittrice e giornalista del Financial Times, Jancis Robinson e Silvana Ballotta, in un dialogo senza filtri su glorie e dolori della nostra promozione enologica extra-Ue. Per Silvana Ballotta: “Siamo cresciuti molto, è vero, nell’internazionalizzazione del nostro vino nei Paesi Terzi, ma oltre alle luci – spesso in evidenza – il nostro posizionamento sui mercati presenta anche molte ombre. Per questo il focus con una delle maggiori esperte al mondo sarà un ‘momento verità’ pensato con un’ottica di crescita e di riflessione con i produttori”.

Business Strategies  è una società impegnata in percorsi di sviluppo delle piccole e medie imprese dei settori dell’agroalimentare e del lusso – circa 500 aziende – made in Italy sui mercati esteri. Le 400 griffe enologiche assistite da Business Strategies, che rappresentano tutte le regioni italiane, producono complessivamente oltre 100 milioni di bottiglie all’anno e esportano il 70% nei principali mercati stranieri come Usa, Cina, Russia, Giappone, Canada, Svizzera, Brasile e Sud est asiatico (Singapore, Malesia, Vietnam e Tailandia) per un valore complessivo di circa 500 milioni di euro (+15% nei paesi obiettivo).

Firenze, 22 ottobre 2015