Leggermente inferiore rispetto al 2016, la produzione presenta un ottimo livello qualitativo

Nonostante l’andamento climatico particolare che ha caratterizzato la stagione primaverile e quella estiva, sta procedendo bene la vendemmia per il CESAC, cooperativa di Conselice (Ra), specializzata nei cereali e nelle orticole e realtà produttiva importante anche nel comparto dell’uva da vino. “Le produzioni viticole conferite sino ad oggi dai nostri soci – dichiara il presidente del Centro Economico Servizi Agricoli, Stefano Andraghetti – mostrano un ottimo livello qualitativo mentre dal punto di vista quantitativo risultano leggermente inferiori rispetto al raccolto del 2016”.

“In queste prime settimane – prosegue Andraghetti – il mercato dei mosti ha evidenziato un sensibile incremento delle quotazioni influenzato dalle previsioni di vendemmia, che indicano una diffusa contrazione produttiva non soltanto in Italia, ma in tutta Europa. I corretti parametri chimico-fisici delle prime quantità di uve collocate nelle vasche di fermentazione lasciano presupporre che la produzione vinicola di quest’anno presenterà un buon livello qualitativo, secondo il miglior standard romagnolo. Nonostante il grande caldo e l’assenza di piogge, gli investimenti irrigui effettuati sia dai soci che dagli enti preposti a garantire l’apporto idrico necessario hanno permesso una maturazione regolare dei grappoli”.

“In questa annata, che complessivamente è risultata comunque abbastanza difficile, – conclude Stefano Andraghetti – CESAC e i suoi produttori stanno operando le scelte organizzative, tecniche e commerciali più appropriate per superare i problemi di redditività degli ultimi due anni. Alcuni risultati dimostrano che quando la cooperazione è coesa può esprimere una forza e una determinazione tali da superare le difficoltà contingenti e raggiungere obiettivi veramente soddisfacenti”.

Bologna, 27 Settembre 2017