CAI: Innovare su Irrigazione, Meccanizzazione e Tecnologie

“Ha ragione il presidente di Assoenologi, Riccardo Cotarella, quando afferma che i cambiamenti climatici che abbiamo vissuto in questa stagione, fra gelate primaverili e lunghi periodi siccitosi, non saranno più un’eccezione, ma tenderanno ad essere sempre più frequenti”.

Gianni Dalla Bernardina, presidente della Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani, è sulla stessa lunghezza d’onda del numero uno di Assoenologi.

“Le soluzioni che dovranno essere adottate – prosegue Dalla Bernardina – non riguarderanno più solamente gli aspetti legati alla realizzazione di nuovi invasi idrici e innovativi sistemi di irrigazione, ma dovranno portare a una conduzione più sostenibile del vigneto, con interventi nell’ambito della meccanizzazione, della gestione del sotto-filare e delle pratiche finalizzate a ridurre gli impieghi di agrofarmaci”.

In base alle stime di Cai, il ricorso a droni e a sistemi utilizzati dalle imprese di meccanizzazione agricola è in crescita. “È assolutamente necessario che i consorzi di tutela si rendano disponibili al dialogo e aprano maggiormente ai sistemi meccanizzati di raccolta e di management del vigneto – dichiara Dalla Bernardina -. Il patrimonio vitivinicolo italiano deve continuare il percorso di miglioramento legato alla qualità, alla biodiversità e alla sostenibilità, elementi fondamentali per poter intercettare quel valore aggiunto che vede i francesi leader assoluti a livello mondiale”.

Roma, 22 agosto 2017